CORONAVIRUS …. e stampanti 3d

A causa del coronavirus o covid-19 il mondo si appresta ad affrontare scenari a dir poco drammatici.

Ad oggi purtroppo sono migliaia i morti nel mondo a causa del coronavirus e almeno in Italia scarseggiano respiratori, posti letto nelle terapie intensive dei nostri ospedali e le mascherine di protezione per chi adotta un principio di prevenzione sono introvabili.

Ad alcuni ragazzi è venuto in mente di costruirle con le stampanti 3d ed in poco tempo hanno realizzato il progetto open source mask .

open souce mask

In realtà il progetto permette di creare una struttura dove inserire del materiale filtrante, del semplice tessuto non tessuto o qualcosa di simile in grado di contrastare l’emissione di particelle potenzialmente portatrici del coronavirus tramite la nostra saliva o semplicemente il respiro e al tempo stesso di proteggerci dalle stesse eventualmente provenienti da ci sta di fronte.

Sul sito open source mask potete trovare i files pronti per il download e per essere stampati, un video esplicativo e una guida fotografica per l’assemblaggio. Grazie e complimenti ragazzi.

#iorestoacasa

In questi giorni di auto quarantena cautelativa mi sono recato a fare acquisti nel supermercato più vicino per lo stretto indispensabile e a dire il vero non ho mai trovato queste lunghissime file o gli scaffali vuoti di cui si sente parlare, ma una cosa mi ha intristito….l’aspetto di quelle persone civilmente in fila a più di due metri di distanza quasi tutte con quelle mascherine per lo più bianche o quel verde che sa di “ospedale”.

Mi hanno ricordato scene da film apocalittico non troppo differentei dall’attuale realtà causata dal coronavirus.

Ho pensato così di scrivere ai ragazzi di open source mask per chiedergli il permesso di modificare la loro mascherina per provare a rendere meno “standard” il nostro aspetto nelle rare occasioni di uscite consentite.

questa che riporto sotto è una parte della loro risposta:

” Sentiti libero di evolvere i file come meglio credi, non poniamo limiti alla naturale evoluzione e mutazione che possono avere. Se vorrai condividi apertamente i tuoi risultati nella speranza di una crescita collettiva. “

#iomelastampoacasa

Ho deciso prima di renderla più simpatica creando, ad esempio per un bambino, una mascherina più piccola dove al posto dei fori originali ci sono dei denti come quelli di un cane arrabbiato che vogliono spaventare il coronavirus

o una per chi vuol mostrare sempre il sorriso

e se qualcuno può stampare a colori….mettiamo il rossetto…

come renderla effettivamente valida allo scopo inserendo un filtro un pò più serio di un foglio di carta per usi domestici o simili?

Non potendo uscire a fare acquisti e avendo fretta di realizzarla ho cercato in casa ed ho trovato un filtro per un aspirapolvere.

ma sarà valido?

Mi sono documentato e l’azienda che lo produce garantisce questo:

Il sistema filtrante XXXXXXXXX filtra oltre il 99,9% delle polveri sottili.

Aggiungo anche che si tratta di un filtro classificato “HEPA”, cioè ad alta efficienza e sopra trovate il link alla pagina di wikipedia dove viene spiegata la sua caratteristica filtrante e funzionamento.

Non voglio scrivere qui il modello perchè non so se sia cosa gradita o meno alla multinazionale che lo produce ma se volete scrivete a info@3deasy.it e vi indicherò marca e modello di quello che ho usato io e che risponde a quelle caratteristiche.

L’importante è che, anche tagliandolo ci si possa ricavare un rettangolo di circa 9cm x 12cm che poi rifilerete per meglio adattarlo alla mascherina, vi anticipo comunque che costa pochi euro ed è facilmente rintracciabile sul web.

In realtà io ho modificato solo due dei files disponibili su open source mask, uno è quello dove ho disegnato i denti (file 1.stl in origine) e l’altro (file 3.stl in origine) perchè una volta assemblata la mascherina la parte alta della stessa premeva un pò troppo tra le sopracciglia.

Se volete potete scaricare i primi due files qui

qui trovate quello con il sorriso

e qui per la stampa a colori

le impostazioni che ho usato per la stampa sono semplici, con un nozzle da 0,35 ho usato un altezza layer di 0,25mm ed una densità del 15% per garantire comunque la flessibilità essenziale al PLA.

grazie ancora ai ragazzi di open source mask per il loro lavoro e se vuoi saperne di più, se hai bisogno di aiuto o semplicemente vuoi essere aggiornato  scrivici a  info@3deasy.it o iscriviti alla newsletter